trasformazione dell’inchiodato in risorto

un opera ambigua

Gallery opera

Era il crocefisso, l’appeso, l’inchiodato, ha ricevuto mille nomi ma mai nessuno lo rappresentava completamente. Nacque a Cartoceto, assieme alla raccoglitrice, sotto l’arco dell’ingresso del paese, durante la festa dell’olio e dell’oliva. Rappresenta la sofferenza della società, la difficoltà di raggiungere, e di risalire certe situazioni della vita, forse anche il frutto di un personale periodo nero della mia vita .

Ad oggi è stato riproposto come un uomo risorto sotto il pero di casa. Alcune parti del corpo sono rimaste: le gambe, la testa, le braccia che ora protendono tese verso l’alto, verso il cielo. A simboleggiare la risalita dal periodo negativo. Senza più chiodi…